Recensione del nuovo iPhone 5, retina display 4 pollici, processore A6, sottile e leggero, confronto iPhone 4S

Il 12 Settembre 2012 Apple ha presentato il nuovo iPhone 5 (QUI puoi rivivere la presentazione), arriva in Italia Venerdì 28 Settembre 2012, in alcuni casi a partire dalla mezzanotte.

I prodotti tecnologici, soprattutto se all’aroma di mela, creano dipendenza: ne vuoi sempre di meglio, sempre più di frequente, sempre in maggior quantità. Apple invece cosa fa? Lascia iPhone 4 in vendita 15 mesi (3 più della normale dose di somministrazione), per presentare iPhone 4S (QUI la recensione) in tutto e per tutto uguale al precedente, solo più performante.

Tutti aspettavano la rivoluzione, sarà per l’anno 2012. Rumors come se piovesse: blog, tv e giornali impazziti per questo nuovo iPhone 5. Phil Shiller, lo presenta con il suo sobrio nervosismo: è un gioiello, dice, a me sembra uguale a prima… non solo a me, si è più alto per far posto ad un nuovo schermo da 4 pollici, più sottile (sottilissimo aggiungerei), più leggero (leggerissimo aggiungerei), ha il retro in alluminio (di nuovo e per fortuna), ma dov’è la “strafigata cosmica” che tutti aspettavano?

E’ nelle vostre mani se deciderete di provarlo! Le foto non rendono l’idea perché abbiamo in memoria 2 modelli di iPhone (4 e 4S) simili esteticamente. L’abbiamo provato per una settimana, QUI il video del nostro primo contatto Venerdì 21, QUI le nostre prime impressioni dopo una giornata di utilizzo. Ma diamo inizio alla vera recensione.
Al primo contatto sembra un giocattolo, “troppo leggero per essere un iPhone”, “che strana forma allungata”, penserete, se, come me, questo è il sesto modello di iPhone che usate (va bene anche se è il secondo). Tornando indietro i vecchi modelli sembrano dei tozzi mediani di mischia che nulla possono contro un’ala veloce e spilungona con la corazza di alluminio.
Il nuovo schermo è semplicemente il migliore in commercio, non lo dico io ma i migliori studiosi di ottica del mondo: ha una saturazione e un contrasto calibrati alla perfezione, vi accorgerete della differenza avvicinando un 4 o 4S.
La fotocamera posteriore iSight rimane ad 8 MPixel ma il sensore è molto meno rumoroso in condizioni di scarsa luminosità, guardare gli scatti per credere e la videocamera a 1080p viene migliorata nella stabilizzazione dell’immagine. La fotocamera frontale ora permette le videochat FaceTime in HD 720p, ricordiamo che grazie ad iOS 6 (QUI trovate le novità di iOS 6) potremo effettuarle anche sotto copertura 3G (attenzione a controllare che gli operatori non addebitino costi aggiuntivi).
Le prestazioni del nuovo processore A6, il primo progettato interamente da Apple, sono alla pari della concorrenza più spietata senza il bisogno di schiacciare troppo sull’acceleratore. Per fare un confronto: Galaxy S3 (QUI la recensione, oppure la recensione di Galaxy Note QUI) ha sotto il cofano un processore a 4 core con frequenza di clock ad 1,4GHz, mentre iPhone 5 ha solo 2 core con frequenza massima di 1,3GHz. Nella potenza di calcolo i due dispositivi si equivalgono, ottenendo un risultato intorno ai 1700 nel noto test GeekBench (QUI puoi testare le prestazioni del tuo dispositivo). Nel processare elementi Javascript arrivano i primi elogi perché con un punteggio di poco sotto il secondo iPhone 5 diventa il re lasciando a +1 secondo il rivale S3 nel test SunSpider dove a contare sono i millisecondi di tempo impiegati (QUI fai il test anche tu). Continua la pacchia con i test grafici GLBenchmark Egypt HD (testabile da QUI) che dimostrano la superiorità di iPhone 5 anche rispetto ad iPad 3, doppiando per la seconda volta il Galaxy S3.

iPhone 5 iPhone 4S i nostri pensieri
Processore Apple A6 dual-core frequenza massima 1,25GHz, 1GB di RAM, processore grafico a 3 core Processore Apple A5 dual-core frequenza massima 1GHz, 512MB di RAM, processore grafico a 2 core Guardando i numeri, le differenze sembrano minime, i test e i benchmark dimostrano che iPhone 5 è fino a 2 volte più veloce (di 4S) ad eseguire operazioni e può creare il doppio del poligoni in un secondo, all’incirca le prestazioni di iPad 3 ma con una efficenza energetica maggiore.
Retina Display 1136 x 640 pixel in 4″ diagonale, risoluzione di 326 dpi Retina Display 960 x 640 pixel in 3,5″ diagonale, risoluzione di 326 dpi Schermo più alto ma non più largo, stessa densità e dimensione dei pixel, widescreen, saturazione e contrasto migliorati visibilmente, touchscreen più vicino al display per attenuare riflessi e non alterare la resa dei colori.
Fotocamera posteriore iSight da 8Mpixel e registrazione video 1080p a 30fps, frontale da 1,2Mpixel e registrazione video 720p a 30fps Fotocamera posteriore iSight da 8Mpixel e registrazione video 1080p a 30fps, frontale VGA Il sensore e le nuove ottiche catturano più luce dall’iSight posteriore per foto più nitide e vivaci. Per entrambi il supporto a scatti panoramici. La fotocamera frontale supporta FaceTime HD, migliore stabilizzazione dei video.
Connettività DC-HSDPA fino a 42 Mbit/s (max supportato dagli operatori italiani) e WiFi supporta bande 2,4GHz e 5GHZ Connettività HSDPA (e CDMA) fino a 14,4 Mbit/s e WiFi banda 2,4GHz La nuova antenna, abbandona il supporto “mondiale” alle reti CDMA ma guadagna sensibilmente in termini di velocità di trasfermento anche sotto copertura WiFi sfruttando le bande “meno affollate”.
Batteria dalla durata di: 225 ore in standby, 8 ore di telefonate o navigazione in 3G, 10 ore navigazione WiFi e riproduzione video Batteria dalla durata di: 200 ore in standby, 8 ore di telefonate in 3G, 6 di navigazione in 3G, 9 ore navigazione WiFi e 10 in riproduzione video Le batterie sono pressoché identiche, la capacità è molto simile, iPhone 5 vanta una maggiore ottimizzazione dei consumi che ci farà guadagnare 1 ora di utilizzo in più rispetto a 4S
Scocca in Alluminio anodizzato (nelle colorazioni: naturale (o argento) e nero (o ardesia)) e piccole parti in vetro (bianco o nero) Bordi in alluminio anodizzato, superfici fronte e retro in vetro (colorazioni: bianco o nero) I materiali sono gli stessi, di alta qualità, cambiano le proporzioni, iPhone 5 più resistente agli urti (cadute), iPhone 4S più resistente ai graffi, a voi la scelta.
Dimensioni: altezza 123,8 mm, larghezza 58,6 mm, spessore 7,6 mm. Peso: 112 grammi! Dimensioni: altezza 115,2 mm, larghezza 58,6 mm, spessore 9,3 mm. Peso: 140 grammi! A parte l’altezza differente causata dal display, lo spessore impressionante di soli 7,6 mm e il peso di 112 grammi lasciano a bocca aperta soprattutto per i materiali utilizzati.
Accessori inclusi: Caricatore universale con presa USB femmina, Cavo USB – Lightning double-face a 8 pin, nuove cuffie EarPod Apple ergonomiche con microfono e comandi Accessori inclusi: Caricatore universale con presa USB femmina, Cavo USB – connettore dock 30 pin, cuffie Apple con microfono e comandi Le nuove cuffie sono migliori delle precendenti e sembrano volersi adattare meglio alle orecchie, il nuovo connettore Lightning più piccolo cambia le carte in tavola per tutti i “vecchi” accessori costringendo all’acquisto di un adattatore 🙁
Prezzi: disponibile da Venerdì 28 Settembre 2012, nero o bianco, da 16GB a 729€, 32GB a 839€, 64GB a 949€ utilizzabili con qualsiasi nano-SIM Prezzi: bianco o nero, solo versione da 16GB a 629€ utilizzabile con qualsiasi micro-SIM. Non proprio economico come smartphone, ma la concorrenza non regala nulla, forse è meglio puntare verso un abbonamento. Ricordate la necessità di una nano-SIM, al momento utilizzate solo da iPhone 5!

;

E adesso rispondiamo a qualche domanda che potrebbe esservi passata per la testa in questi giorni.

Leggendo la tabella non sembrano esserci novità sorprendenti, cosa cambia veramente?

Tutti si aspettavano come minimo un processore quad-core e 12 MPx, ma così non è stato, anzi sulla carta questo iPhone 5 sembra essere del tutto identico al precedente e di conseguenza inferiore agli avversari che puntano sui “numeroni” per sorprendere gli acquirenti che, indecisi, puntano su chi ha più megapixel. In realtà è la perfetta ottimizzazione e l’accurata scelta dei componenti che plasmano un dispositivo perfetto.

Dalle foto il design sembra troppo simile all’iPhone 4/4S, è vero?

Si, è vero, dalle foto sembra un po’ troppo simile ai due predecessori, ma del vivo la risposta è no. Lo spessore significativamente ridotto e il peso anch’esso diminuito bastano per creare una sensazione del tutto nuova, inoltre le colorazioni, pur riprendendo le precedenti, insieme al nuovo display permettono di avere tra le mani uno smartphone completamente nuovo.

Se ho un iPhone 4S mi conviene acquistarlo o non ne vale la pena?

Se avete un iPhone 4 o precedenti, il salto in termini di prestazioni è molto elevato, la qualità di tutti i componenti come fotocamera, antenne, qualità costruttiva, esperienza d’uso delle applicazioni, video immagini è davvero rivoluzionaria se eravate abituati ad un cellulare anche solo di due anni fa. Per chi ha utilizzato un iPhone 4S però la situazione è più complessa, risulta comunque un grande passo in avanti, ma non in termini di velocità generale del sistema operativo, inoltre Apple non ha aggiunto funzioni esclusive su iPhone 5. In poche parole iPhone 4S può offrire un’esperienza completa di iOS in una scocca più pesante e uno schermo più piccolo, le vere differenze si sentiranno soltanto nei giochi e nelle app più complesse.

Conviene acquistarlo in abbonamento o a prezzo pieno?

Il prezzo senza alcun tipo di contratto è decisamente alto, in particolare per le versioni con più memoria. Gli abbonamenti o contratti in fin dei conti ci fanno spendere ancora di più, ma ci offrono un pagamento rateale e ovviamente comprendono un piano dati, voce etc. Quindi sottoscrivere un contratto può essere decisamente vantaggioso ed è quindi la scelta consigliata, bisogna però stare attenti agli operatori che possono omettere tasse di concessione, clausole e limitazioni; è sempre meglio leggere tutto il contratto prima di stipularlo. Non dimenticatevi poi che la durata è solitamente di 30 mesi, per più di 2 anni sarete quindi legati a quel dispositivo e soprattutto all’operatore che avete scelto.

Quale modello scegliere: bianco, nero, 16, 32 o 64GB?

Una risposta a questa domanda non esiste, il tutto dipende dai nostri gusti personali e da come utilizziamo il dispositivo, si possono però fare alcune considerazioni. Il colore nero può dare una sensazione maggiore di novità perchè è il primo iPhone completamente nero, cosa che nel bianco non accade. Per quanto riguarda la memoria, 16GB possono essere sufficienti ma dobbiamo considerare che i giochi, i navigatori e i video iniziano a pesare anche più di 1GB l’uno, la musica non a tutti piace averla nella nuvola e tutto dipende dal nostro piano dati/velocità/qualità del segnale. Quindi 32GB sembrerebbero perfetti, ma costosi, se però non avete intenzione di cambiarlo fra pochi mesi potrebbe essere un buon investimento pensando anche al futuro con app e contenuti sempre più pesanti.

In definitiva:
  • scannarsi il primo giorno per prenderne uno, non vale la pena, al massimo attendere fino alla mezzanotte di Giovedì 27 per prenderlo nei negozi che offriranno questa possibilità;
  • la versione in alluminio anodizzato in colorazione ardesia è sensibile alle scalfitture: se viene “grattato” lo strato nero, appare la classica colorazione argentea sottostante tipica dell’alluminio, non proprio un bell’effetto, non può succedere con la versione argento e bianco;
  • le foto sono sensibilmente migliori, addirittura rispetto alla qualità egregia di iPhone 4S, merito delle nuove ottiche e del vetro e Zaffiro della lente esterna, oltre che del sensore e del software ottimizzati, l’ho già detto che lo schermo è spettacolare?!;
  • il gioco su uno schermo tendente al rapporto 16:9 è più piacevole, soprattutto per chi ha sempre mal sopportato i comandi su schermo, in più le prestazioni sono davvero al TOP;
  • questo iPhone teme soltanto quelli che tra voi preferiscono uno “smartphone” con schermo più spazioso e scocca panciuta per far spazio a una batteria che regga tutto quel ben di dio;
  • se non avete intenzione di comprarlo nemmeno in abbonamento potrebbe essere il momento per pensare ad un 4 o 4S “scontati”;
  • comoda, scocciatura, la nano-SIM ancora più piccola. Comoda perché non ha mai avuto senso una SIM che è plastica per il 70%, scocciatura nel caso dovessimo cambiarla, dobbiamo?;

Per tutte le ulteriori informazioni rimandiamo al sito Apple.com, in attesa di vostri commenti.