Segnala un problema con il tuo acquisto su iTunes Store e puoi chiedere il rimborso del prezzo pagato

I termini che ogni acquirente di iTunes Store accetta prima di poter effettuare il suo primo acquisto indicano chiaramente: “ogni acquisto o noleggio di qualsiasi contenuto è definitivo”. In poche parole, interpretate male, accettiamo di acquistare qualcosa senza garanzia, oltre alla fiducia, che funzioni come promesso. Il Marketplace di Windows Phone permette di provare l’app limitata e gratuita prima di acquistare la versione definitiva se la riteniamo meritevole, su Android Market è possibile restituire l’app che non ci piace entro 15 minuti dall’acquisto, su iTunes tutto questo non è possibile in modo diretto, come spiegato dalle condizioni del contratto.

In realtà esiste un modo, nemmeno troppo macchinoso, per tentare di sollecitare un’eventuale rimborso sul prezzo pagato per un contenuto che presenta dei problemi.

PROCEDURA:

  1. Lanciare iTunes su Mac o PC, nella pagina di iTunes Store selezionare Account in alto a destra;
  2. Nella pagina successiva, cliccare su Elenco Completo nella sezione Cronologia Acquisti;
  3. Selezionare l’app (non è possibile su alcuni contenuti del Mac App Store) in base al giorno di acquisto oppure scorrere l’elenco e cliccare su Segnala Problema (in basso accanto al pulsante Fine), nell’elenco di acquisti che comparirà (solitamente un ordine per giorno) selezionare l’app che ha presentato problemi e clicchiamo su Segnala Problema;
  4. Se l’app e abilitata alla segnalazione problemi, apparirà una schermata nella quale selezionare il tipo di inconveniente e uno spazio per un commento che spieghi la problematica;
  5. Non ci resta che inviare la Segnalazione e attendere che il supporto Apple risponda (in genere entro 24 ore) e sperare che le sollecitazioni portino ad un risarcimento da parte di Apple.

Ad essere sinceri, non abbiamo mai avuto la sensazione di aver speso inutilmente i nostri soldi su App Store, gli schemi rigidi di approvazione delle App hanno un fondamento logico, secondo voi?

Guida tratta da Gizmodo