Nexus 4: recensione dello smartphone ufficiale Google (LG), prezzo 299€, arriva in Italia?

Una strana sensazione accompagna l’utilizzo della quarta versione dello smartphone ufficiale Google: Nexus 4! Una sensazione tra le più esaltanti mai provate da un appassionato di tecnologia: quel gusto di aver fatto un “affarone”.

Come durante i passaggi noiosi ma obbligati al supermercato, mentre carichiamo meccanicamente il nostro carrello, scorgiamo un cartello “OFFERTA” e subito ci chiediamo: dove sta la fregatura? Il prezzo è assolutamente imperdibile e, solitamente, anche se l’oggetto in questione non ci serve lo acquistiamo come il più astenuto tra gli shopping addicted.

Questa è la stessa sensazione se si acquista il Nexus 4 in uno dei paesi in cui è in vendita al prezzo di listino (299€ !!! per la versione da 8GB) e ogni giorno che lo usi e ti stupisci della sua bontà, ti assale il dubbio: “dove sta la fregatura”? Quasi ti ostini a cercare quel neo per darti una risposta e svegliarti il giorno successivo con le idee più chiare riguardo a questo fantastico LG E960 (questo il nome in codice del produttore Sud-Coreano), ti sveglierai ancora più stupito!
Recensione Google Nexus 7 il tablet ufficiale Android, funzionale ed economico!

Proviamo a ragionare sui numeri e commentiamoli secondo il nostro personalissimo giudizio.

Hardware:

Monopolizza la scena un Display 4,7″ IPS 1280×720 (320 pixel per pollice) assolutamente eccellente, anche se non da tutte le angolature (a chi importa?). La scocca presenta un bisello in plastiche cromate che circonda il vetro frontale (e la sua curvatura verso i bordi), il bordo ha un rivestimento dal feeling gommato per unirsi sul retro con un sottile strato di vetro, tutti questi accorgimenti permettono dimensioni ottimali (133.9 x 68.7 x 9.1 mm) peso contenuto (139 g) e una sensazione di solidità e comodità ad alti livelli.

Aprendo il cofano, la bocca aperta dal primo impatto non ha la forza di chiudersi, troviamo una CPU Snapdragon a 4 nuclei impostati a 1,5 GHz di frequenza massima (solo HTC One e Galaxy S4 fanno meglio con 4 mesi di ritardo), processore grafico Adreno 320 assolutamente all’altezza, 2GB di RAM, connettività HSPA+ con tutte le frequenze fino a 42 Mbit/s (niente LTE), NFC e bobina integrata per la ricarica wireless a induzione. Disponibile nei tagli 8 GB (299€) e 16 GB (349€) di memoria. Batteria non removibile che è capace di 2100 mAh di succo per tutto questo “ben di Dio” da Supercar!

Foto e Video sono al Top della categoria, spostano in alto l’asticella nonostante i soliti 8Mpx principali e 1,3 frontali, grazie a un obbiettivo che cattura tantissima luce e un sensore che rimane fedele ai colori reali in quasi tutte le situazioni producendo poco rumore e aiutando questo Nexus 4 a competere ad armi pari con iPhone 5 e Lumia 920.

Software:

In un mondo di utenti medi che associa Google a SAMSUNG, o meglio Android = GALAXY, avere una versione ufficiale e pulita di Jelly Bean 4.2 è quasi un miracolo perchè solo in questa situazione si può davvero valutare la capacità di Android, tutti i Nexus sono quasi dispositivi per sviluppatori che permettono di testare in condizioni ottimali e in anteprima le versioni del sistema operativo senza inUTILI modifiche e aggiunte più o meno gradite e gradevoli.

E’ quasi inutile dire che Android permette di fare davvero tutto, anche se spesso le app non sono correttamente visualizzate e ottimizzate a causa della miriade di versioni e dimensioni dei dispositivi Android sui quali devono funzionare, ma le risorse a disposizione del Nexus 4 sono talmente infinite che non troverete alcun impedimento anche alla vostra smania di multitasking ultraveloce. Può capitare che ogni tanto il risveglio dallo standby sia lento, ma chi non è rallentato al risveglio da un pisolino? Si potrebbe parlare del GB di RAM occupato costantemente dal sistema operativo ma si tratta di un granello di polvere su uno specchio.

Google Now aggiunge valore a questo AFFARONE chiamato Nexus 4, visualizzando in modo non invadente le informazioni di cui abbiamo bisogno mentre siamo in movimento, ad esempio: calcolando in automatico il tempo necessario per tornare a casa o quando dovremo partire per non arrivare tardi al nostro appuntamento. La ricerca vocale di Google è precisissima, peccato non permetta ancora di compiere operazioni con il telefono oltre alla classica ricerca su Internet. Il sistema integrato di riconoscimento vocale offline facilita la scrittura dei nostri testi, come la tastiera “swipe” (comodissima dopo pochi allenamenti).

Photo Sphere è un giocattolo che ci illude di poter emulare le foto a 360° omnidirezionali di Google Street View con risultati abbastanza deludenti, ottima invece la resa delle foto panoramiche, è tutta una questione di algoritmi di rendering per queste chicche da pubblicità.

In definitiva:

  • l’unico difetto vero che possiamo trovare a questo smartphone è la sua assenza ufficiale dal mercato italiano, LG non ha intenzione di commercializzarlo al costo sovvenzionato da Google e quest’ultima non ha previsto a breve uno sbarco del suo negozio di dispositivi nel nostro Paese 🙁 ;
  • componenti da urlo anche per il prezzo “di importazione”, non si trova ancora un Galaxy S3 (più vecchio e meno potente) a 400-450€ ;
  • qualità costruttiva buona, spazi sfruttati benissimo, materiali non eccellenti e assemblati con tolleranze da materie plastiche che in ogni caso non minano “l’affarone” che è questo terminale;
  • software ufficiale Google perfetto, ricordiamo che sarà garantita la priorità sul nuovo sistema Android 5 Key Lime Pie, in arrivo questa primavera;
  • schermo di qualità elevatissima, un pò assetato come tutte le altre componenti, con una batteria che regge l’intera giornata per un soffio;
  • se riuscite a trovarlo e acquistarlo in qualche modo non lasciatevelo scappare!