Le caratteristiche del nuovo iPad Pro

Dopo 5 anni dall’uscita del primo iPad, Apple ha deciso di cambiare le carte in tavola, rivoluzionando un prodotto di successo, che però non è mai decollato come l’iPhone, o l’iPod ai suoi tempi. L’iPad è sempre stato un prodotto in bilico tra smartphone e computer, più grande di un iPhone e di conseguenza meno comodo da portare con se. Più piccolo di un MacBook e di conseguenza non sufficientemente produttivo da sostituirne uno.iPad pro Apple

Apple ha quindi scelto di dare una grande scossa, all’iPad. L’obbiettivo sembra quello di spronarlo a farlo uscire dal salotto di casa, per scoprire nuove possibilità e nuovi mondi. Con iPad Pro, Apple prova a cambiare il target che svogliatamente l’iPad si era ritagliato, ossia un passatempo per “bambini e pensionati”. Apple vuole portare l’iPad negli uffici, negli studi, nelle scuole, insomma iPad “deve” smettere di giocare e iniziare a lavorare. Se il piano di Cupertino avrà successo lo sapremo tra qualche anno, intanto vediamo quali sono gli assi nella manica di questo iPad “rinato”.

Schermo da 12.9″

Grande, molto più grande di prima. Il nuovo iPad Pro ha un display più grande di quello presente nei nuovi MacBook retina. E’ grande quanto un MacBook Air da 13″. Apple ha detto che, visto che in tasca non sta, tanto vale esagerare; questo ragionamento non fa una piega, anche se rimane un prodotto da tenere in mano, piuttosto che appoggiare sulla scrivania, vedremo la comodità d’uso, in ogni caso Apple ha pensato ad una nuova cover con tastiera, che lo fa sembrare quasi un MacBook. Ovviamente il display è retina, con una risoluzione altissima di 2732×2048 pixel a 264 ppi. Anche il contrasto, i colori e tutto ciò che rende godibile un display, a detta di Apple è ai massimi livelli.Apple pencil italiano

Processore e grafica

Apple A9x, è questo il nome del nuovo processore integrato in iPad Pro. Il nome dice poco, ma sulla carta sembra raddoppiare le prestazioni di calcolo e grafiche (in confronto ad iPad Air 2), raggiungendo livelli desktop. Phil Schiller ha dichiarato che il nuovo iPad ha prestazioni superiori all’ 80% di tutti i Pc portatili in commercio; davvero sorprendente, ma non dimentichiamoci che i negozi di elettronica sono invasi da PC portatili da 200€, a dir poco “inchiodati”. Insomma un’affermazione che vuole dire tutto e niente. Anche qui staremo a vedere, una cosa è certa, l’ottimizzazione delle risorse nelle App per iOS è impressionante per cui il nuovo iPad non sarà di certo a corto di potenza.cpu a9x ipad pro

Fotocamera e Design

Anche l’iPad adesso ha una buona fotocamera, non a tutti piace fare foto con un oggetto grosso quanto una rivista mensile, ma ormai anche questa usanza sembra essere stata sdoganata. E’ quindi presente un sensore da 8Mpx, ma non è ben chiaro di quale si tratta, a giudicare dall’apertura di 2.4 siamo tentati di affermare che la fotocamera sia la stessa presente su iPhone 5 e 5c (2012). Un sensore quindi buono, ma non eccezionale, comunque adatto ad un tablet. Il sensore di impronte digitali Touch ID adesso è veloce il doppio rispetto a prima. Ma passiamo al design, nulla di nuovo, sotto questo aspetto, sembra un iPad Air più grande, ma le novità sono nascoste nei dettagli. Sul lato sinistro si intravedono 3 puntini che serviranno ad agganciare la tastiera/cover presentata da Apple, mentre sopra e sotto sono presenti ben 4 speaker che garantiscono finalmente un audio stereo, ma sopratutto possono “emanare” suoni al doppio del volume dei precedenti iPad. Tutto il resto è rimasto come prima, il peso di 700 grammi e lo spessore di 6.9mm sono decisamente un buon risultato per un prodotto così grande e potente. La batteria garantisce un’ottima autonomia di 10 ore di utilizzo intenso.

Apple Smart Keyboard

Un dispositivo così grande non poteva esimersi da un accessorio come la tastiera, quindi Apple ha pensato bene di integrare una tastiera completa, con tecnologie simili a quelle della nuova tastiera del MacBook retina. Ricorda molto quella del Microsoft Surface, ma in realtà questa è una vera tastiera fisica (i tasti si muovono), mentre quella del Surface è in realtà una tastiera virtuale “stampata” su di una custodia. Non è il primo iPad ad avere una tastiera, infatti anche l’iPad “originale” del 2010 aveva come accessorio un dock con tastiera fisica. Una soluzione necessaria, a nostro parere, per portare negli uffici l’iPad Pro.ipad pro with smart keyboard

Apple Pencil

Infine arriva il dolce, Apple Pencil, la matita, il pennino, chiamatelo come volete. Personalmente ritengo che Apple Pencil sia il protagonista di questo iPad Pro, la ragione di vita di questo prodotto, l’unico accessorio che può dare una chance al nuovo iPad Pro di sfondare nel settore business, nel settore dei professionisti. Non è una semplice penna capacitiva da 10€ come quelle che troviamo in Autogrill, è un pennino completamente diverso, progettato in sincrono con il nuovo multitouch che accompagna iPad Pro, non ha la punta molle e larga, ma una punta sottile e rigida ripiena di sensori che permettono di usare Apple Pencil come usiamo una vera matita in grafite. E’ precisa, zero lag, sensibile alla pressione che stiamo imprimendo, l’inclinazione cambia la sfumatura come una vera matita e molto altro ancora. Ovviamente non l’abbiamo provata, ma se saprà rispettare le promesse fatte sul palco a San Francisco  allora sarà davvero rivoluzionaria.apple pencil ricarica

Prezzi e data di uscita

Le versioni sono 3:

32GB solo Wifi a 799€

128GB solo Wifi a 949€

128GB Wifi+LTE a 1079€

Arriverà negli Apple Store a Novembre nelle classiche colorazioni Oro, Grigio Siderale e Argento. Apple Pencil costa 99€ mentre la Apple Smart Keyboard costa 169€. Ovviamente rimangono disponibili le classiche Smart Case e Smart Cover.