Google presenta Chrome OS

Google ha rilasciato il suo sistema operativo Chrome OS alla comunità open-source qualche mese fa, affermando che il suo sistema operativo sarà molto più veloce, semplice e sicuro di tutti quelli attualmente esistenti.

Allo stesso tempo, però, è stato chiarito che il sistema operativo di Google non sarà in grado di fare proprio tutto ciò che fanno gli attuali sistemi: ad esempio, Chrome OS userà solo programmi Web e le sue periferiche dovranno essere conformi alle specifiche di disegno hardware dettate dalla casa.

Ciò significa che non sarà in grado di utilizzare le applicazioni realizzate per Android. Il primo netbook che porterà in dote Chrome OS arriverà in negozio per la fine del 2010.

[singlepic id=913 w=435 h=400 float=center]

L’attenzione di Google si sta spondando in questo momento verso la realizzazione di applicazioni che non possono ancora essere totalmente basate su web: l’obiettivo è di renderle disponibili al più presto per il loro sistema. E nel caso in cui proprio non fosse possibile, come affermato dal portavoce intervistato, probabilmente chi acquisterà il loro netbook avrà comunque un altro computer a casa.

Per sfondare, il nuovo sistema operativo dovrà rivitalizzare il mercato dei netbook, che ha subito un brusco rallentamento nell’ultimo periodo. In una demo, Google ha mostrato un boot in 7 secondi (!), ed è stato affermato che l’intenzione di renderlo ancora più veloce.

Siamo convinti che Google abbia intrapreso la giusta strada: si profila l’arrivo di un nuovo, agguerrito concorrente per Windows 7 e Mac OS X Snow Leopard?