Tablet: arriva anche RIM con PlayBook

Blackberry fa il grande salto, ha costruito la sua fama in ambito aziendale, portando fuori la sua affidabilità continua ad ottenere grande successo, il 27 settembre 2010 ha inserito nella sua tabella di marcia il tablet PlayBook.

Schermo da 7 pollici(risoluzione 1024×600 pixel più densi che iPad), sistema operativo a metà tra iOS e WebOS (palm ora HP), interfaccia davvero impressionante incentrata su di un vero multitasking, processore multicore 1Ghz, RAM 1GB, connessione facilitata con gli smartphone Blackberry per condividere la connessione oltre alle antenne wifi (3g e 4g in futuro), molto simile all’ipad nel fattore forma ma in mano del presentatore sembra essere decisamente più piccolo (bene o male?),fotocamera posteriore e frontale, porta HDMI 1080p, micro USB, diversi standard integrati come Adobe Flash 10.1, insomma davvero un ottimo prodotto.

Ma, non si conosce ancora il prezzo, sarà in vendita solo in USA nei primi mesi del 2011, successivamente in altri paesi, giusto in tempo per competere con l’iPad di seconda generazione oltre ai tablet android e non che sono in arrivo per il periodo natalizio. Ottimo lavoro RIM, forse ci sarebbe qualcosa da dire sul tempismo…