La verità sull’iPhone 4G/HD

Nei giorni scorsi abbiamo assistito ad una serie di eventi unici nel loro genere.

Ma per chi si fosse perso qualche passaggio, che cosa è successo esattamente?

 

I FATTI


Gizmodo ha pubblicato alcune fotografie ritraenti un telefono molto simile ad iPhone nello stile, ma diverso nel design.

Inizialmente si è pensato ad uno dei tanti cloni cinesi che ormai popolano il web. Però la faccenda si è subito fatta interessante.

Gizmodo ha dichiarato di aver acquistato il suddetto prototipo da un ragazzo che lo ha trovato in un bar il 18 marzo scorso. Un dipendente Apple (l’ingegnere Grey Powell) lo avrebbe infatti smarrito durante una breve sosta, andandosene senza ricordarsi di portarlo via.

Ciò che ha colpito il giovane è stato rimuovere la cover: ad un primo sguardo, il telefono appariva come un cumune iPhone 3Gs. Ma tolta la cover, la scoperta è stata esaltante: non si trattava di un “comune” iPhone 3Gs. Inoltre il sistema operativo, il nuovo firmware 4.0, ha insospettito non poco il suo scopritore.

[singlepic id=922 w=435 h=500 float=center]

A questo punto è stato semplice rivenderlo ad uno dei tanti siti che trattano di high-tech. Gizmodo si è subito fatta avanti pagando la bellezza di 10.000$ (poi rivelatisi “solo” 5.000$) per avere in mano il gingillo.

Fin qui potrebbe anche essere stato un clone di provenienza asiatica…e invece no! Apple, accortasi della mancanza, ha immediatamente provveduto a disattivare il terminale. E questa mossa è suonata come una conferma.

Nel frattempo, in mano agli esperti di Gizmodo, il nuovo iPhone è stato passato al setaccio per capire quali saranno le novità hardware di rilievo del prossimo modello.[singlepic id=921 w=435 h=500 float=center]

Grazie a questa opera di approfondito esame possiamo disporre di una serie di notizie molto interessanti sulle nuove feature che caratterizzeranno il prossimo iPhone, e che trovate esposte qua. (in breve: nuova fotocamera con flash, videocamera anteriore, nuovo chipset, batteria migliorata, schermo diverso, design rinnovato).

Collegato ad un qualunque computer con iTunes, il telefono viene riconosciuto come iPhone in modalità ripristino.[singlepic id=917 w=435 h=500 float=center]

Sono passati pochi giorni da quanto Gizmodo ha cominciato a pubblicare le notizie, prima che Apple si muovesse ufficialmente per fermare quest’ecatombe di notizie.

Nella persona di Bruce Sewell, Apple Senior Vice President, è stata formalizzata a Gizmodo la richiesta di restituire il prodotto. Questa suona dunque come la conferma definitiva.[singlepic id=923 w=435 h=800 float=center]

Ecco una traduzione al volo della missiva:

Ci è giunta notizia che GIZMODO è attualmente in possesso di un dispositivo che appartiene ad Apple. La presente lettera costituisce formale richiesta di restituzione del dispositivo. Cortesemente fateci sapere dove poterlo ritirare.

E’ chiaro come Apple tenga al segreto industriale e come questo fatto possa danneggiarne l’immagine.

In ogni caso questo conferma in maniera definitiva che si tratta di un vero prototipo. Come se non bastasse, smontato, ha evidenziato la presenza di componenti marchiate Apple.[singlepic id=918 w=435 h=500 float=center]

Ora Gizmodo rischia molto: da acquisto di merce rubata a violazione di segreti industriali. Vedremo quali saranno i prossimi sviluppi della faccenda.

Ecco il video che abbiamo pubblicato nel precedente post che ritrae l’iPhone ritrovato: